DAL GIORNALE — 11 febbraio 2016

fatti

12,3%

Il valore dell’incremento di investimenti pubblici e privati in Irlanda nel 2015. La conseguenza? Il Pil è cresciuto del 6%, il che costituisce il migliore risultato nell’ambito dell’Unione Europea. Merito soprattutto di esportazioni e consumi interni, cresciuti in maniera rilevante. Dublino fa poche parole ma fatti concreti.

 

9,5%

Una notizia positiva giunge nel nostro Paese dal mondo del risparmio: è aumentata a questa percentuale la propensione ad accumulare denaro nell’ultimo trimestre del 2015, in crescita rispetto allo stesso periodo del 2014. Ciò dipende soprattutto da maggiori redditi.

 

34.930

Gli scambi a dicembre del Btp più acquistato sul Mot: si riferiscono al 3,25% scadenza 2046, che batte nella relativa classifica l’1,65% scadenza 2032 e l’1,25% scadenza 2025. Molto minore il numero di “trade” sul Btp Italia.

 

-23%

Fortissimo il calo degli occupati nel settore costruzioni in Italia dal 2008 al 2015, con un totale di 464mila lavoratori in meno. E’ stato il comparto più colpito, se si valuta che l’industria ha perso l’8,7% e l’agricoltura il 3,3%. Più  punito il nord rispetto al sud.

 

386.641

Il numero di transazioni nel 2015 per lo strumento più scambiato su ETFPlus di Borsa Italiana: inevitabilmente riguarda un ETC sul petrolio. La sorpresa sta nel fatto che è quello “long” x3, mentre lo “short” x3 si colloca terzo.

 

3.025

In euro la cifra di sovvenzioni UE ricevute dal Lussemburgo per abitante, contro un costo a testa di 563 euro. In Italia il rapporto è inverso: paghiamo ciascuno 261 euro e riceviamo sostegni per 158.

 

600

I chili di miele raccolti da una società di Ginevra, che ha installato delle arnie sui tetti di fabbricati di suoi clienti, iniziativa di grande successo. Fra le aziende che hanno accettato la partnership ci sono il gruppo bancario Ubs, un ospedale e alcuni alberghi. Il miele viene messo a disposizione di dipendenti e clienti.

 

1.000

In euro quanto costa ciascun passeggero ogni anno in transito dall’aeroporto di Aosta. Il calcolo è semplice: 2 milioni di euro è la spesa sostenuta dalla regione Valle d’Aosta per 2000 passeggeri. E si dovrebbero aggiungere altri oneri.

 

4,8

In milioni di euro sarebbe la cifra top pagata in aste riferite a oggetti di personaggi della storia. A cosa si riferisce? Alla sciabola utilizzata da Napoleone nella battaglia di Marengo, combattuta contro gli austriaci il 14 giugno 1800 nel corso della seconda campagna d’Italia. 1,9 milioni sono stati invece versati per il suo cappello “bicorno”.

 

(tratto ad F di Febbraio)

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Share

About Author

(0) Readers Comments

Lascia un commento