Altro — 20 maggio 2013

Pubblichiamo un commento di Edoardo Chiozzi Millelire, responsabile per l’Italia di Convictions AM.

Anche quest’anno possiamo riprendere l’adagio di borsa “sell in May and go away”? Forse questa volta no. Anzi, noi cominciamo il mese di aprile molto esposti alle azioni, quasi al massimo del nostro budget di rischio. Perché? A livello macro-economico globale quest’anno dovremo avere una crescita moderata (3%) e senza pressioni sui prezzi. Gli Stati Uniti, col supporto importante della FED stanno ritrovando la via di una crescita modesta ma sostenibile (ca. 2%), grazie alla ripresa dell’immobiliare e i costi declinanti dell’energia (importanti giacimenti di gas e petrolio di scisto). In Giappone il nuovo governo Abe sembra fare sul serio nel fare uscire il paese dalla ventennale deflazione, aiutato ora dal gran colpo di “bazooka” della Banca Centrale (BoJ) che ha appena lanciato il più imponente programma di iniezioni di liquidità nel sistema tramite l’acquisto di titoli (QE). Nel mondo emergente, la locomotiva cinese sta riprendendo a crescere, senza rischi inflazionistici importanti e per quest’anno dovrebbe avanzare dell’8-8,5% con un’inflazione sotto il 4% (ora siamo a 2,1%). E, nonostante tutto, anche il “pantano” dell’Europa sembra dare segni di stabilizzazione con una “crescita” che dovrebbe galleggiare con un po’ di fortuna giusto giusto in territorio non negativo. E soprattutto, a questo clima più benevolo si aggiungono politiche monetarie delle banche centrali ultra-accomodanti, con iniezioni di liquidità senza precedenti: FED, BoJ, SNB, presto BoE e.. presto anche la BCE sarà costretta ad agire. I rischi? A parte i grandi rischi estremi e geopolitici, che non possiamo prevedere, il rischio principale viene forse dagli effetti collaterali non prevedibili delle iniezioni massicce di liquidità, come nel 2010 con bolle speculative sui prezzi di materie prime che alimentano l’inflazione, soprattutto nel mondo emergente e obbligano le banche centrali a reagire ritirando liquidità e arrestando la fragile ripresa. Per ora il rischio maggiore per noi resta ancora la deflazione e per questo restiamo positivi sulle azioni.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Sell in May o esporsi il più possibile alle azioni?, 7.0 out of 10 based on 2 ratings

Share

About Author

Redazione Finanza.com

(0) Readers Comments

Lascia un commento