BOND — 11 luglio 2014

Foto Portogallodi Lorenzo Raffo

Torna il vento del segno meno sul fronte obbligazionario e prende il via dal Portogallo. Che ormai da giorni lanciava avvisi di tempesta. Al centro delle preoccupazioni la banca Espirito Santo, la più importante del Paese e interamente privata: ha annunciato il ritardato pagamento delle cedole di alcuni bond emessi dalla filiale lussemburghese Espirito Santo International. Sulla vicenda non si hanno finora notizie precise, anche perché sembra che il provvisorio “default” interessi solo alcuni detentori delle obbligazioni dell’istituto. Inoltre si parla insistentemente di una ristrutturazione del debito. L’effetto è stato immediato su parte delle emissioni finanziarie e corporate portoghesi: in particolare in tensione quelle di Portugal Telecom, parzialmente collegata al Banco Espirito Santo, anche a livello azionario. La società telefonica deterrebbe infatti parte del debito di una controllata di BES, di cui si attende il rimborso proprio nei prossimi giorni, senza alcuna conferma che ciò avverrà. L’effetto si è sentito pure sui titoli di Stato di Lisbona, sotto pressione nelle ultime ore.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.5/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: -1 (from 1 vote)
Bond: tornano le tensioni in Portogallo. Partono dal Banco Espirito Santo e si estendono a Portugal Telecom, 7.5 out of 10 based on 4 ratings

Share

About Author

Lorenzo Raffo

(0) Readers Comments

Lascia un commento