CONSULENTI — 04 novembre 2013

Azimut, il principale gruppo italiano indipendente nel risparmio gestito con oltre 22 miliardi di euro di patrimonio complessivo, ha presentato oggi il progetto “Libera Impresa” dedicato allo sviluppo delle imprese italiane. Fermo restando il core business della gestione di patrimoni, Azimut evolve il proprio modello attraverso una serie integrata di nuovi servizi ed iniziative con focus sugli imprenditori.

 

Attraverso cinque nuovi progetti, il gruppo Azimut sosterrà le imprese durante il loro ciclo di vita, da quando nascono attraverso un’idea che diventa start-up, a quando crescono e hanno necessità di esplorare nuovi strumenti e servizi anche in un’ottica di futura quotazione in Borsa.

In particolare, Azimut seguirà il ciclo di vita di un’impresa attraverso gli investimenti fatti in:

• SiamoSoci, piattaforma web per l’investimento in start-up innovative che dà supporto ai giovani imprenditori in fase di avvio della propria impresa (Azimut interviene tramite un aumento di capitale pari al 25% con un investimento di 1,2 mil di euro);

• P101, operatore del Venture Capital specializzato in investimenti early-stage nel settore digitale supportato dal Gruppo Azimut attraverso un investimento complessivo di 15 mil di euro in tre anni (in corso di definizione), e dal Fondo Italiano di Investimento;

• Azimut Global Counseling, nuova società del gruppo Azimut guidata da due professionisti di consolidata esperienza, Giancarlo Maestrini e Marco Rognoni, dedicata all’attività di Advisory nell’Investment Banking che, nell’interesse del cliente imprenditore, supporterà in mondo indipendente le aziende (con fatturato superiore ai 10 milioni di euro) nelle proprie scelte strategiche;

• IPO Challenger (SPAC), iniziativa che in un contesto di IPO riservato di un’azienda eccellente vuole spronare la crescita di ottime imprese ed il loro avvicinamento ai listini borsistici offrendo nel contempo opportunità di investimento per i clienti Azimut;

• Progetto di partnership con il progetto ELITE di Borsa Italiana (che vanta già diversi partner) attraverso il quale Azimut vuole aiutare le aziende a costruire la propria storia di successo per ottimizzare il processo di quotazione.

Pietro Giuliani, presidente e amministratore delegato del gruppo Azimut, ha commentato: “L’innovazione, anche negli approcci, è da sempre il fondamento della nostra crescita. Grazie alla possibilità di fare investimenti e alla nostra indipendenza siamo liberi di evolverci con flessibilità, proponendo soluzioni e strategie innovative in grado di adattarsi efficacemente ai mutamenti dello scenario in cui viviamo. In un momento di forte immobilismo e difficoltà, in cui falliscono 40 aziende al giorno, abbiamo elaborato soluzioni alternative per sostenere giovani imprenditori e piccole medie imprese contribuendo anche al rilancio del Sistema Italia. Tenendo ben saldo il nostro core business della gestione dei patrimoni, abbiamo deciso di ampliare il nostro modello affiancando l’imprenditore e l’impresa durante tutto il loro ciclo di vita attraverso l’intervento di diversi progetti capaci di proporre risposte ed iniziative specifiche. Questo nuovo percorso intrapreso dal Gruppo è una sfida che ci impegnerà nel prossimo futuro e sicuramente non si esaurirà con questi progetti ma evolverà ulteriormente”.

Il lancio del progetto “Libera Impresa” si terrà all’inizio del prossimo anno, dal 28 al 30 gennaio 2014, con un evento unico dedicato agli imprenditori. Oltre a presentare l’evoluzione del modello di business di Azimut e le sue iniziative a sostegno del Sistema Italia, sarà possibile per gli imprenditori incontrare investitori e finanziatori oltre ad approfondire nella due giorni temi specifici legati alle esigenze delle imprese.
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 7.9/10 (7 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 4 votes)
Il risparmio gestito sosterrà le imprese italiane: Azimut lancia il progetto “Libera Impresa”, 7.9 out of 10 based on 7 ratings

Share

About Author

Redazione Finanza.com

(0) Readers Comments

Lascia un commento