FONDI & C — 02 ottobre 2013

 

Pietro Giuliani, presidente Azimut. Foto ©Alessandro Paris/Lapresse


Azimut
e Athenaeum Ltd, società di gestione indipendente di Singapore, hanno firmato oggi un accordo d’investimento e parasociale per dare inizio ad una joint venture nell’asset management. Athenaeum al 31 agosto 2013 gestisce AuM pari a 31 milioni di dollari (l’equivalente di 23 milioni di euro).

 

Athenaeum, attualmente partecipata da 3 soci, è stata fondata da Madeleine Lee, professionista con oltre 25 anni di esperienza sui mercati maturata in GIC, Chase, Morgan Grenfell e come managing director e chief investment officer in Commerzbank Asset Management Asia. Sin dal 1999 Athenaeum presta servizi di consulenza a family offices, endowments, fondazioni e high net worth individuals.

 

Il team di gestione di Athenaeum gestisce due fondi e un mandato istituzionale adottando un approccio fondamentale e investendo in diversi mercati asiatici (ex Giappone) in titoli sottovalutati con un attraente profilo di crescita degli utili e dei dividendi. L’obbiettivo è quello di generare ritorni assoluti aggiustati per il rischio. Sin dal lancio nel giugno 2008, Athenaeum Asian Equities Fund, il principale fondo di Athenaeum, ha ottenuto un ritorno pari a +23% con una volatilità pari alla metà dell’indice MSCI ACFE Ex‐Japan, che nello stesso periodo ha registrato una performance pari a +16.85%. La partnership farà leva sui fondi attualmente gestiti da Athenaeum per sviluppare un canale distributivo proprietario dedicato alla clientela istituzionale e HNWI nella regione del sud est asiatico. Inoltre, grazie alla presenza internazionale di Azimut, i partners lavoreranno insieme per promuovere le competenze gestionali di Athenaeum anche presso investitori internazionali.

 

Nella relazione annuale della Monetary Authority di Singapore (“MAS”), a fine dicembre 2012 l’industria del risparmio gestito locale contava un totale di masse in gestione pari circa 1.290 miliardi di euro, con una crescita annua del 21,5%. In particolare, l’80% di queste masse è riferibile ad investitori domiciliati fuori da Singapore. Alla fine del 2012 il 44% delle masse era investito in prodotti azionari, il 23% in prodotti obbligazionari e il 12% in strumenti monetari, sostanzialmente in linea con il 2011. Una volta completato il processo autorizzativo da parte delle autorità competenti, Azimut, tramite AZ International Holdings S.A., acquisterà il 55% di Athenaeum attraverso un aumento di capitale per un corrispettivo di circa 1,5 milioni di euro, che sarà utilizzato per finanziare i piani di crescita della società. Inoltre, gli accordi prevedono un meccanismo di aggiustamento del prezzo legato alla crescita delle masse nei prossimi due anni e opzioni put/call. L’attuale management di Athenaeum e Azimut si impegnano a collaborare per la crescita del business in Asia nel medio‐lungo periodo.

 

Madeleine Lee, fondatore e CEO di Athenaeum, commenta “Athenaeum è entusiasta di questa partnership che, partendo dal nostro solido track record, ci consente di crescere con Azimut in un contesto internazionale. Grazie alla nostra profonda esperienza dei mercati in Asia, ci auguriamo di apportare nuove competenze alla gamma prodotti del gruppo Azimut”.

 

Pietro Giuliani, presidente e CEO di Azimut Holding, commenta che “con questa ulteriore partnership in Asia siamo lieti di accogliere in Azimut dei nuovi partner con un’esperienza significativa e un track record d’eccellenza nella gestione delle azioni asiatiche. Il gruppo Azimut possiede ora un’offerta prodotti molto competitiva essendo non soltanto uno dei maggiori gestori al mondo sulla valuta cinese, il Renminbi, ma mettendo anche a disposizione della nostra clientela locale e internazionale un team di gestione residente a Singapore che investe in società quotate sui mercati asiatici”.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)

Share

About Author

effemagazine

(0) Readers Comments

Lascia un commento