Altro — 22 agosto 2012

Triangoli, bandiere, martelli e quant’altro: figure e pattern si ripetono nel tempo e danno utili indicazioni sulla possibile evoluzione futura del prezzo. Si parte ancora da candele e barre…

Apriamo un nuovo capitolo nel corso di Analisi tecnica proposto dall’Ufficio studi di Brown Editore.

Nelle precedenti puntate sono stati descritti e analizzati nel loro uso gli strumenti fondamentali della disciplina: grafici, trendline, supporti, resistenze.

È seguito quindi un breve intermezzo dedicato alle medie mobili. Ora è arrivato il momento di introdurre qualcosa di più complesso, le figure o pattern grafici.

Ancora una volta la base di osservazione è costituita da rappresentazioni dei prezzi mediante candele giapponesi (candlestick) o mediante barre.

Le figure vengono usate dai trader per predire con un certo grado di attendibilità la futura evoluzione di prezzo del sottostante preso in esame e implementare di conseguenza le strategie. Non esiste naturalmente una certezza matematica che le cose andranno come previsto. Si è ormai compreso che l’analisi tecnica non è una scienza e tantomeno è esatta. Tuttavia i pattern grafici trovano un fondamento nel comportamento ripetitivo degli strumenti negoziati in Borsa.

Questa regola generale è peraltro influenzata dalle caratteristiche soggettive di ogni mercato o titolo specifico: alcuni sottostanti tendono a rispettare con estremo rigore le indicazioni individuate tramite le figure dell’analisi tecnica, altri generano invece molti falsi segnali. Inoltre non bisogna dimenticare che in questo universo interpretativo, quasi una specie di oroscopo sulle attività finanziarie, può in qualsiasi momento irrompere la realtà rappresentata da cambiamenti a livello di fondamentali e comunicazione di notizie positive o negative.

In questo caso il venir meno degli elementi tecnici basati sui pattern di prezzo non va tuttavia a incidere sulla validità dei livelli di supporto e resistenza che hanno caratterizzato la serie storica dei prezzi in precedenza. I numerosi pattern che possono essere individuati analizzando i grafici vengono in genere suddivisi in tre macro gruppi…..

CONTINUA A LEGGERE SU F DI LUGLIO – AGOSTO

RICHIEDILO AL TUO EDICOLANTE!!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Corso di analisi tecnica - Cominciamo a guardare le configurazioni grafiche, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Share

About Author

Redazione Effe

(0) Readers Comments

Lascia un commento