Altro — 20 giugno 2012

Quanto hanno reso i fondi comuni internazionali, specializzati e non, che guidano le classifiche degli azionari Usa. L’alternativa ETF. Perchè continuare a credere nei listini americani

 

A cura della Redazione di F

 

Da metà marzo, in concomitanza del riaffiorare dei dubbi sulla situazione della Grecia e, più in generale, dei debiti dell’eurozona, i mercati sono tornati sull’ottovolante. Tuttavia, mentre le Borse dei Paesi periferici europei hanno accusato le cadute maggiori (con il FtseMib di Piazza Affari a -21,2% e l’Ibex 35 di Madrid a – 21,5%), il listino azionario tedesco ha contenuto la correzione entro i 10 punti percentuali e l’S&P500 ha limitato le perdite al 3%. Questo perchè, se è vero che durante queste concitate fasi gli investitori fuggono dalle posizioni ritenute più a rischio (le azioni, le materie prime, i titoli di Stato dei Paesi europei periferici, ecc.) è altrettanto vero che un minimo di rispetto delle valutazioni sembra permanere. E’ così infatti che si spiega perchè il listino azionario americano ha saputo resistere meglio all’ultima tempesta che si è abbattuta sui mercati. Basta dare infatti un’occhiata alle attuali valutazioni dell’S&P500 per rendersene immediatamente conto. In base alla….

CONTINUA A LEGGERE SU F DI GIUGNO

RICHIEDILO AL TUO EDICOLANTE!!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
I migliori gestori per puntare su Wall Street, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Share

About Author

Redazione Effe

(0) Readers Comments

Lascia una risposta